Smartworking, qualche consiglio per consumare di meno

04 Marzo 2021 Magazine
Torna al magazine
Smartworking, qualche consiglio per consumare di meno

Inutile negarlo. Il lavoro da casa e la didattica a distanza potrebbero contribuire a alla crescita dei nostri consumi domestici. Le soluzioni per consumare di meno, tuttavia, ci sono.

Con l’emergenza sanitaria il modo di lavorare e di studiare è subito un profondo mutamento: la maggior parte di noi ha dovuto infatti scegliere di proseguire la propria attività lavorativa in smartworking, mentre i più giovani hanno dovuto scendere a patti con la didattica a distanza.

Se questa nuova situazione può presentare alcuni vantaggi, quali ad esempio l’annullamento delle trasferte casa-lavoro e viceversa, potrebbe comportare anche, soprattutto per le famiglie con figli, all’aumento dei consumi energetici e, quindi, della spesa complessiva per le utenze domestiche come gas e luce e la connessione a internet indispensabile per il lavoro e lo studio domestico.

I consigli per risparmiare

Per fortuna, è possibile adottare alcune semplici strategie con cui ridurre i consumi di gas e luce, quali, ad esempio: cercare di ridurre i consumi energetici il più possibile sfruttando la luce naturale, posizionando la postazione di lavoro in un luogo luminoso, magari davanti a una finestra; fare attenzione all’utilizzo degli elettrodomestici e del riscaldamento, oltre che valutare attentamente il proprio piano tariffario.

Un altro suggerimento è utilizzare lampadine a led che consumano il 90% in meno rispetto alle vecchie lampadine a incandescenza (ormai non più in commercio ma a volte ancora presenti nelle case) e il 50% rispetto alle lampadine a fluorescenza. Inoltre, le lampadine a led hanno una durata 10 volte superiore rispetto a quelle a fluorescenza.

Poi conviene impostare il computer e il monitor con lo spegnimento dello schermo dopo alcuni minuti di inattività, visto che gli screen saver sono poco utili e consumano molta energia. In generale è meglio impostare i dispositivi elettronici in modalità risparmio energetico.

Per chi ha un contratto per l’energia elettrica a fasce orarie occorre concentrare, se possibile, l’utilizzo degli elettrodomestici che consumano di più (come il ferro da stiro, la lavatrice, la lavastoviglie, le stufe elettriche, il forno elettrico, l’asciugacapelli) la sera e nel weekend. Inoltre, è meglio spegnere gli elettrodomestici alla fine di ogni utilizzo, comprese le varie luci rosse o di stand by.

La domotica e la programmazione possono essere dei validi alleati nel risparmiare a fine mese: grazie al controllo remoto e ai timer è possibile gestire ancora meglio i consumi degli elettrodomestici.

Per ulteriori consigli vi rinviamo ad altri due articoli che abbiamo presenti sul nostro magazine:

Il team SGR

Vuoi più informazioni?
chiama il numero Verde:
800.900.147

Oppure prenota un appuntamento, ti richiameremo noi gratuitamente.


Condividi:
Newsletter

Rimani aggiornato sul mondo dell'energia

Ti terremo aggiornato sulle ultime novità dal mondo dell’energia e non solo! Ti faremo scoprire tutti i migliori eventi del territorio e le tante iniziative del Gruppo SGR.